Help Kitabu Maternity

Kitabu é un piccolo villaggio sulle montagne a sud ovest di Kampala, Capitale dell’Uganda. La popolazione vive in condizioni di severa povertà: la principale risorsa alimentare è l’agricoltura. Il primo insediamento da parte della Diocesi di Kasese risale al 1998, anno in cui venne costruito un reparto maternità al fine di ridurre il tasso di mortalità infantile. La stragrande maggioranza delle donne partoriva infatti in casa (con esiti purtroppo non sempre positivi), non potendosi permettere il trasferimento in ospedale.
AICO è stata chiamata da David Kiiza, Parroco della Chiesa dei Santi Pietro e Paolo di Kitabu (costruita solo nel 2016), con una urgente richiesta d’aiuto per la ristrutturazione del reparto maternità.
Le condizioni del reparto, riscontrate dai nostri volontari nell’ottobre 2018 durante la Missione Uganda, risultava essere in pessime condizioni igenico sanitarie e strutturali praticamente ad un passo dal crollo.
Nonostante ciò ogni anno vi nascono oltre 700 bambini, seguiti anche nel corso della crescita e sottoposti a regolari controlli e vaccinazioni. Un grande plauso si deve rivolgere al lavoro del personale sanitario composto di un solo medico e sette infermieri.
AICO in seguito alla Missione Uganda 2018, considerate le condizioni di emergenza, ha immediatamente avviato il progetto Help Kitabu Maternity e una raccolta fondi per iniziare velocemente i lavori necessari.
Nell’aprile 2019, a soli 5 mesi dall’avvio del progetto, grazie ai contributi dei sostenitori, il 5X1000 e il supporto del Parco divertimenti Oasi Park, sono stati inviati i primi fondi.
Nei due mesi successivi, si provvedeva ad inviare il resto dei fondi necessari per terminare la ristrutturazione, nei primi giorni di luglio 2019 terminavano i lavori.
Ora stiamo lavorando per dotare il reparto maternità, il dispensario e il laboratorio analisi di strumentazioni e materiali all’avanguardia.