Uova di Pasqua AICO donate all’Ospedale Spallanzani

Ieri, grazie all’ausilio della Polizia di Stato, rappresentata dai dipendenti del Reparto Prevenzione Crimine Lazione, abbiamo consegnato 350 uova all’Ospedale Lazzaro Spallanzani.
La donazione vuole essere un ringraziamento per il grande lavoro, che i dipendenti dell’Ospedale Spallanzani, stanno facendo in favore della comunità.
Per noi è stato un grande onore avere al fianco la Polizia di Stato, che con sensibilità e professionalità, ci ha consentito di portare a termine le operazioni di trasporto e consegna delle uova.
Ringraziamo tutti coloro che hanno reso possibile tutto questo.

Ecco il video in un minuto delle operazioni di consegna


Sostegno alle famiglie in difficoltà – Covid-19

Sostegno alle famiglie in difficoltà

Con il passare dei giorni, a causa della chiusura delle le attività non ritenute indispensabili, sempre più persone si trovano in difficoltà economica.
Come sempre AICO si schiera al fianco delle persone più fragili, da oggi infatti, inizia la distribuzione di generi alimentari e di prima necessità alle famiglie che hanno chiesto il nostro sostegno.
Ringraziamo i nostrri sostenitori, grazie ai quali possiamo acquistare il materiale che distribuiamo.


Aggiornamenti sui progetti e Uova di Pasqua AICO

Buona domenica a tutti
Vi aggiorniamo sui progetti AICO e sulla campagna Uova di Pasqua.
Per quanto riguarda la FASE 2 del progetto Help Kitabu Maternity, vi comunichiamo che il materiale diagnostico e sanitario per il quale abbiamo inviato i fondi, è stato acquistato e consegnato. Tra qualche giorno, ultimate le installazioni vi mostreremo le immagini del reparto maternità.
Un altra importante informazione, che ci rende orgogliosi e felici, è l’autorizzazione ricevuta da parte della Uganda Prison Service di Kampala (Uganda) per scattare foto insieme alle rappresentati delle detenute del progetto Help Children Prison. Un importante riconoscimento al progetto da parte del Governo Ugandese.
Per quanto riguarda la campagna Uova di Pasqua AICO, per decisione del Consiglio Direttivo, le uova di pasqua AICO saranno offerte ai medici e infermieri dell’Ospedale Lazzaro Spallanzani di Roma, quale riconoscimento del grandissimo lavoro che stanno svolgendo a favore dei cittadini di Roma e non solo. Un piccolo dono per far sentire loro il nostro abbraccio.
Chi volesse contribuire a questa iniziativa potrà farlo offrendo il proprio contributo a questo link.
Vi informiamo anche che la nostra amica Rosastella Caputi, psicoterapeuta, ha deciso di offrire gratuitamente il suo intervento a favore del personale sanitario impegnato in questo momento particolarmente difficile per tutti noi. Chi vorrà usufruire del servizio potrà contattare direttamente Rosastella Caputi al numero 3925234969.
Vi ricordiamo anche dell’emergenza sangue, invitiamo quindi, chi può farlo, ad andare a donare il sangue prendendo prima appuntamento con gli ospedali di riferimento.
Grazie a tutti.
#iorestoacasa


Un altro anno insieme

Un altro anno è passato e voi siete stati sempre al nostro fianco.
Insieme abbiamo raggiunto obiettivi importanti e siamo riusciti a sostenere tutte le progettualità che, ormai da anni, stiamo seguendo in Uganda e in Italia.
Per questo vogliamo ringraziarvi tutti con questo breve video sulle attività svolte nel 2019.
Per in 2020 abbiamo altre sfide da affrontare ma insieme le affronteremo e insieme raggiungeremo nuovo obiettivi e soddisfazioni.



LA FONDAZIONE VITTORIO ARRIGONI PER KITABU

Lunedì scorso abbiamo ricevuto da parte di Egidia Beretta, Presidentessa della Fondazione Vittorio Arrigoni, la conferma che cofinanzieranno la seconda fase del progetto Help Kitabu Maternity, con la quale saranno acquistati strumenti diagnostici e sanitari per il Reparto Maternità.
Oltre ad essere felici per l’importante contributo che la Fondazione ci ha accordato, siamo felici per le parole di apprezzamento che la Presidentessa Beretta ha espresso verso il progetto.
Con il supporto della Fondazione, i contributi del 5X1000 e le donazioni che stiamo ricevendo, siamo ormai certi che riusciremo ad acquistare la strumentazione per la maternità entro il mese di marzo 2020.
A gennaio inizieremo a lavorare per l’organizzazione delle #AICOMISSIONE2020, che probabilmente partirà nel mese di aprile per andare ad inaugurare la nuova strumentazione e visitare tutti i progetti.
Ringraziamo di cuore tutti i nostri sostenitori per questo importante obiettivo, che ormai possiamo dichiarare raggiunto.


Inseme per gli auguri di Natale e il Progetto Miriam

Domenica 22 dicembre, dalle ore 15.30 vi aspettiamo tutti ad Oasi Park per l’evento dedicato al nostro Progetto Miriam.
Per scambiarci gli auguri di buone Feste sarà presente l’Arma dei Carabinieri con i suoi mezzi e squadre operative, il nostro amico Mago Ramas e i fantastici Sequestrattori.
Ad animare il pomeriggio ci saranno i cavallini Pony di Horses and Angels, mentre a renderla dolce ci sarà la fontana di cioccolato offerta da Yogurtlandia Tuscolano.
La presentazione sarà affidata ad Anthony Peth affiancato dalla madrina Eleonora Scopelliti.
Vi aspettiamo per augurarvi personalmente gli auguri di buone feste.

 


Maternità di Kitabu una realtà per un intera comunità

Al rientro dalla #AICOMISSIONE2019 i nostri volontari erano particolarmente felici per il lavoro fatto a Kitabu.
L’accoglienza ricevuta, la qualità dei lavori e l’importanza di quello che si era fatto per quella comunità traspariva dai loro sorrisi.
Tentare di raccontare le emozioni è difficile ma grazie al video che mostra l’inaugurazione del Reparto Maternità di Kitabu ha reso, agli altri volontari e tutti i sostenitori, un idea di ciò che loro hanno provato sul campo.
Ora, dopo le soddisfazioni per aver raggiunto l’obiettivo bisogna mettersi a lavorare per far si che il reparto divenga un grande punto sanitario.
Per fare questo bisogna dotare quella struttura di materiale diagnostico e sanitario, in particolare bisogna acquistare una macchina per le ecografie, un incubatrice, un eco-doppler per bambini, letti per il parto e letti per le visite oltre ad altro materiale sanitario.
Per il momento, grazie ai partners e sostenitori, disponiamo di 19.000€ dei 23.000€ necessari.
Ma grazie a tutti coloro che da sempre ci sostengono siamo ottimisti e contiamo di acquistare il materiale entro i primi mesi del nuovo anno.
Per sostenere la causa il Presidente ha lanciato autonomamente una raccolta fondi che potete trovare a questo link “Sosteniamo la maternità di Kitabu”  .

Nel ringraziarvi tutti per l’importante sostegno che continuate ad accordarci vi lasciamo alla visone del video con la speranza che anche voi proviate le nostre emozioni.


AUGUSTEI FC VS REPARTO MOBILE POLIZIA DI STATO

Domani 27 ottobre 2019 secondo appuntamento stagionale per gli Augustei FC.
I nostri ragazzi si dovranno confrontare per la prima volta contro una squadra ufficiale di calcio: 1° Reparto Mobile Roma della Polizia di Stato.
Gli Augustei sentono molto questa partita per lo spessore della squadra avversaria che rappresenta una delle istituzioni da loro più amate.
Ringraziamo la Polizia di Stato per aver aderito al progetto “In Campo con Noi” dimostrando ancora una volta vicinanza alla gente e attenzione verso la disabilità e l’inclusione sociale.
Ora non resta che aspettarvi tutti domani alle ore 09.30 presso l’Augustea Sporting Club, in Via Armando Luciani 57, per assistere ad un importante momento di sport, divertimento, amicizia e sociale.
Grazie


Missione AICO 2019 Uganda – 4/13 ottobre 2019 emozione pura

La #aicomissione2019 si prospettava intesa e ricca di emozioni, e a sentire il racconto del nostro Presidente Mauro Tripodi, non ha deluso le aspettative.
Partita da Roma lo scorso 4 ottobre alle 23.55 e terminata alle 05.00 di domenica 13 ottobre, la missione è stata, come detto molto intensa, infatti ha toccato tre cittadine, Entebbe, Mbarara e Kabale, e tre villaggi, Kitabu e Rwentobo e Nakivale. Sono stati percorsi oltre 1.400 Km in otto giorni e visitati cinque progetti.
Tanto lavoro da svolgere in pochissimo tempo, ma il gruppo guidato dal Presidente e composto da Danilo Melandri, Elvira Nigro, Sara Melandri e Roberto De Angelis, è riuscito a raggiungere l’obiettivo .
La missione, dopo la prima notte passata a Mbarara da Padre Mansueto si è diretta, domenica 6 ottobre a Kitabu dove, alla presenza della comunità e di autorità locali e della Diocesi di Kasese si è inaugurata la nuova maternità. In seguito all’inaugurazione si è svolto un meeting nel quale si è parlato degli sviluppi del progetto Help Kitabu Maternity. Il giorno 7 ottobre il gruppo si è trasferito a Rwentobo, dove è rimasto per l’intera giornata dell’8, ospite della casa per volontari seguita da Giorgio e Marta. A Rwentobo la giornata è passata velocemente insieme alle bambine del Centro Wembabazi Father tra un gioco il pranzo i balli e i canti si è arrivati a sera. Il 9 nuovo trasferimento in direzione Kabale, dove sono stati visitati i progetti Help Children Prison ed Help Kabale School. Anche a Kabale il gruppo è stato attraversato da forti emozioni dovute all’incontro con le detenute e i bambini della prigione nonché all’affetto dei bambini della scuola. L’accoglienza riservata al gruppo da Sister Margaret e Sister Rosemery è stata fantastica. Il giorno 10 trasferimento a Mbarara da Padre Mansueto, dove si è fatta visita al progetto Help Mbarara Mission. Il giorno 11, dopo aver ultimato la visita delle scuole gestite dalla missione di padre Mansueto, il gruppo si è diretto a Nakivale, uno dei campi profughi più grandi dell’Uganda, dove oltre i nostri volontari sono rimasti duramente colpiti per due aspetti principali, l’enorme distesa di capanne e la grande civiltà nella quale oltre 160.000 rifugiati di otto paesi diversi e religioni diverse convivono pacificamente nonostante le grandi difficoltà.
Il 12 ultimo trasferimento ad Entebbe per far rientro a casa.
Insomma una missione emozionate che ha lasciato tanto nel cuore dei nostri volontari, ma anche crediamo, nel cuore delle tantissime persone che l’hanno seguita grazie ai contributi che i volontari inviavano quotidianamente dal posto.
Ringraziamo tutti per il sostegno e la fiducia che ci dimostrate.