Miriam Uganda – procedono i lavori di rifinitura

MIRIAM UGANDA AICO

Progetto Miriam Uganda

Procedono i lavori di rifinitura del Centro Father Wembabazi, dipinte le finestre e le porte, seminata l’erba per tutto il perimetro ma soprattutto acquistata la cisterna e il filtro per rendere potabile l’acqua.

Anche le bambine, quando possono, si impegnano ad aiutare per migliorare e rendere più bella quella che ormai sentono come casa.

Siamo soddisfattissimi dei risultati raggiunti fino ad ora è per questo ringraziamo tutti i nostri sostenitori con un particolare abbraccio a Giorgio e Marta, che seguono il Centro ma soprattutto le bambine, direttamente sul posto.

Grazie

Un altra mattinata con gli AUGUSTEI FC

AICO AUGUSTEI FC

Questa mattina sono scesi nuovamente in campo gli Augustei FC.

Una bella sessione di allenamento e a seguire partitella, tanti gli amici che sono venuti ad allenarsi insieme alla nostra squadra.

Al termine della sessione di allenamento sono state presentate le nuove maglie da gare, ora non resta che attendere la prossima squadra che ci sfiderà per sfoggiarle e renderle vincenti nella solidarietà e l’integrazione.

Ringraziamo gli amici di Augustea Sprortin Club per l’accoglienza che ci offrono ogni volta e tutti coloro che hanno voluto passare la mattinata con noi e i nostri ragazzi.

Ci vediamo alla prossima partita.

Progetto Miriam Uganda – Le bambine crescono e sono serene

AICO PROGETTO MIRIAM UGANDA

É un piacere vedere le bambine del centro Father Wembabazi felici e soprattutto serene.

Sono passati già quattro mesi dall’apertura del centro, il tempo passa velocemente, fortunatamente però pian piano i segni, provocati dalle difficoltà che hanno dovuto affrontare le bambine,  si stanno trasformando in bellezza.

Vedrele felici in una bella domenica di festa ci riempie di gioia, stanno crescendo e lo stanno facendo bene grazie al magnifico lavoro che sta svolgendo l’equipe coordinata da Suor Marta con la supervisione di Giorgio.

Non potevamo sperare di raggiungere in così breve tempo un risultato migliore di questo, ed é solo l’inizio.

Le difficoltà da affrontare sono ancora molte ma siamo più che certi che insieme riusciremo a farlo.

Per questi risultati vogliamo ringraziare tutti i nostri sostenitori e gli amici di Salvagente per il sostegno che danno al progetto Miriam Uganda.

 

Secondo incontro di Alternanza Scuola Lavoro

AICO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO 2017-2018

Questo pomeriggio presso la sede operativa dell’associazione si é svolto il secondo incontro del Progetto Alternanza Scuola Lavoro con i ragazzi della V^ E del Liceo Ginnasio Augusto di Roma.

I ragazzi, che ormai dall’ottobre 2016 partecipano al progetto con AICO, sono stati impegnati nell’attività di organizzazione del lavoro che presenteranno alla fine del ciclo progettuale.

Questa attività, oltre che implementare la loro capacità di collaborare prima insieme e poi in gruppi li vedrà cimentarsi nella creazione di un video-reportage con il quale dovranno mostrare la formazione ricevuta e il progetto sociale seguito nonché cureranno la regia, la fotografia, le riprese, il montaggio e la sceneggiatura del reportage.

Il video-reportage sarà presentato al termine del ciclo di formazione presso il Liceo Augusto e vedrà i ragazzi attori unici nella presentazione.

AICO sigla un nuovo accordo di collaborazione

AICO ACCORDO CON SABRINA CIPRIANI

Oggi nella sede operativa dell’associazione il Presidente Mauro Tripodi ha sottoscritto con la psicologa Dott.ssa Sabrina Cipriani un importante accordo di collaborazione volto alla cooperazione sui progetti già attivati dal’associazione e all’avvio di nuove iniziative sociali per il territorio.

Siamo certi che i progetti AICO saranno positivamente arricchiti dalla preziosa professionalità della Dott.ssa Cipriani.

Si sta già lavorando ad un progetto sociale del quale vi parleremo molto presto.

La mucca arriva dalla suore

AICO HELP CHILDREN PRISON

Questa mattina abbiamo ricevuto comunicazione dalle suore missionarie di Kabale, con le quali collaboriamo al progetto Help Children Prison  , che la mucca acquistata lo scorso mese di luglio, é stata portata nella stalla costruita presso la missione, quindi più vicina alla prigione Ndorwa. Ora sembra che tutto sia finalmente pronto per portare nuovamente il latte fresco ai bambini. I tempi africani non coincidono mai con i tempi occidentali ma l’importante é riuscire a portare avanti i progetti non facendosi mai abbattere dalle problematiche che sistematicamente rallentano i percorsi.

grazie a tutti

Grazie Raoul per permettermi di sperare in un mondo migliore

AICO PROGETTO MIRIAM UGANDA

Ieri sera, durante la festa di compleanno di una mia amica, Danilo Melandri si avvicina a me accompagnato da Raoul, un bambino di 9 anni.
Danilo mi dice che Raoul è uno dei donatori che il 7 settembre scorso ha sostenuto l’iniziativa in favore del Progetto Miriam Uganda.
Parlando con il bambino ho saputo che si era felicemente privato della sua paghetta settimanale, del valore di 5€, per destinarla alle bambine del Centro Father Wembabazi in Uganda.
La cosa in un primo momento mi ha decisamente spiazzato, non mi aspettavo che un bambino così piccolo potesse volontariamente destinare una così importante somma, per la sua età, ai bisogni di altre bambine, che neanche conosce, piuttosto che investirla in desideri propri.
In seguito, parlando con i genitori di Raoul, è emerso che spesso i desideri del bambino erano espressi in favore dei bisogni degli altri, dei più deboli, dei più poveri.
Personalmente non credo si nasca con questa virtù, e per averla a soli 9 anni, vuole dire che l’educazione datagli dai genitori è superlativa.
L’accaduto ha incrementato la mia speranza in un futuro migliore anche se purtroppo di bambini ne ho conosciuti e ne conosco tanti nel mio quotidiano ma come Raoul, ad oggi, ne ho incontrati davvero pochi.
Resto però convinto che su questi pochi possiamo contare per avere un mondo migliore, inclusivo, senza frontiere, ma soprattutto senza barriere che non tenga più conto del colore della pelle, della religione o la lingua, proiettato all’aiuto del più debole piuttosto che ad ingrassare il proprio “io”.
Quell’“io”, che a mio parere, ci condurrà all’azzeramento del senso morale della razza umana.

Mauro Tripodi
Presidente AICO

AUGUSTEI FC prima sessione di allenamento

AICO AUGUSTEI FC

Questa mattina, presso l’Augustea Sporting Club, si é svolta la prima sessione di allenamento della neo squadra Augustei FC.

Molti gli amici intervenuti per aderire al progetto “In Campo con Noi” prendendo parte agli allenamenti e alla partitella.

La partita, finita 7 a 7, ha visto i nostri giocatori in forma smagliante, ora non resta che allenarsi bene prima del prossimo impegno con squadre esterne.

Ricordiamo che per informazioni sul progetto o per sfidare la nostra squadra basta chiamare il numero 3476962945 o scrivere alla mail segreteria@ilcaprifoglionlus.org.

Entra anche tu a far parte della squadra più inclusiva di Roma, ti aspettiamo in campo.

 

iniziano le adesioni al progetto “In Campo con Noi”

AICO AUGUSTEI FC ROMA

Sabato 7 ottobre dalle ore 09.00 alle 10.30 vi aspettiamo in Via Armando Luciani nr.57, presso l’Augustea Sporting Club, per aderire al progetto “In campo con Noi“.
Chi fosse interessato a far parte della squadra di calcio più inclusiva di Roma, non deve fare altro che venire a sottoscrivere l’adesione al progetto, che vi ricordiamo essere completamete gratuito per tutti.

Per informazioni sul progetto potete telefonare al numero 3476962945 o scrivere all’indirizzo segreteria@ilcaprifoglionlus.org
Vi aspettiamo in campo.
Grazie

Esordio vincente per gli Augustei F.C.

AICO AUGUSTEI FC ROMA 2

Ieri pomeriggio, alle ore 17.00, presso il Centro Sportivo Squash Cecchignola Sporting Club, ha esordito la nostra squadra “Augustei F.C.“.
Per l’esordio, e conseguente lancio del nuovo progetto “In campo con Noi” gli Augustei hanno partecipato al primo torneo triangolare “Panda della Magliana“.
Il torneo, organizzato da Cristina Campagna e Riccardo Guidi  aveva il fine di raccogliere fondi per l’Associazione Parent Project Onlus, che si occupa di sostenere la ricerca e le famiglie dei bambini affetti dalla distrofia di Duchenne.

La nostra squadra si è classificata al primo posto esordendo con una bella vittoria sia sul campo di calcio che nel sociale.